PowerSPORT MIKASA KINDER + SPORT Hotel Galileo DUEFFE SPORT Jesolo Beach Arena MikelArt CRAI GRAFICHE EDICTA CTM Trasporti + SPORT & VOLLEY

Coppa Veneto Trofeo Mikasa: storico bis per il Faizanè, il giovane Bassano si arrende tra gli applausi

domenica 11 marzo 2018 - News Comitato Regionale
Al PalaSport di Cavazzale l'Olimpia Zanè trionfa per la seconda volta, cinque anni dopo il successo del 2013, al termine di una finale maschile di Coppa Veneto straordinaria per intensità ed emozioni. Filippo Roman mvp della finale

Bassano Volley – Faizanè 0-3 (21-25, 23-25, 22-25)
 
Bassano Volley
: Carlesso 5, Cecchin, Conte, Bertagnin, Frighetto (K) 18, Zurlo 2, Bordignon 5, Pontarollo 2, Stragliotto 8, Sgarbossa 9, Girolimetto, Tosin (L), Busatta (L). All. Chemello
Faizanè: Roman A., Poletto (K) 5, Vallortigara 12, Simonato, Rebeschini, Roman F. 15, Casalin 7, Baggio 11, Perazzo, Sgro' 1, Niero 1, Manfron (L), Confente (L). All. Soliman
Note.  Durata set: 23’, 26’, 28’. Tot. 1.17’. Bassano: battute errate/vincenti 14/2, muri 5, errori 20. Zanè: battute errate/vincenti 8/3, muri 7, errori 14. Arbitri: Riccardo Callegari da Paese e Alessio Bragato da Noventa di Piave. Segnapunti: Francesco Mischi da Verona
 
Starting seven:
Bassano Volley: Carlesso, Frighetto, (K) Zurlo, Bordignon, Stragliotto, Sgarbossa, Tosin (L)
Faizanè: Poletto (K), Vallortigara, Roman F., Casalin, Baggio, Niero, Manfron (L)
 

In un PalaSport di Cavazzale traboccante di entusiasmo scatta l’ora dell’attesissima giornata delle finali di Coppa Veneto, manifestazione che taglia il traguardo delle 21 edizioni e che si apre con il derby tutto vicentino tra Bassano Volley e Faizanè, finaliste del torneo maschile. Le due squadre si sfidano per la terza volta in stagione dopo essersi già trovate in due occasioni nel campionato di Serie C: sin qui i giovani ragazzi di mister Chemello si sono sempre dovuti arrendere allo strapotere incontrastato dei cugini di Zanè capaci sin qui di vincere tutte le partite giocate in stagione e di perdere per strada appena un punto. Con un percorso netto fatto registrare da entrambe le formazioni in Coppa (9 vittorie su 9 ciascuna), le due squadre scendono in campo per portare a casa un trofeo che Bassano non ha mai vinto e che Zanè invece ha vinto l’ultima volta nel 2013 nella formazione allora capitanata da Mirko Dalla Libera, in passato storico capitano bassanese in serie A2 e presente sugli spalti come grande ex di entrambe le squadre.
 
Nel 1° set parte fortissimo il Zanè che con battuta e muro inchioda subito i bassanesi chiamati a sé da mister Chemello sul punteggio di 1-5 per i ragazzi in maglia verde-blu. Bassano aggiusta la mira e recupera qualcosa portandosi sotto 8-11 con Frighetto e Stragliotto che tirano senza paura, mentre dall’altra parte della rete si fanno sentire in attacco Vallortigara e Roman, i due ex della partita. Un muro di Sgarbossa porta i giallorossi a -2 (13-15) in una partita davvero equilibrata e spettacolare. Un paio di ingenuità bassanesi riportano avanti Zanè (17-21), mentre è Carlesso a tenere a galla i suoi con due attacchi (20-23). Sul 20-24 il neo entrato Pontarollo annulla con un mani out, ma nell’azione successiva Bassano sbaglia al servizio (21-25) per lo 0-1 in favore di Zanè.
 
Il 2° parziale si apre all’insegna dei centrali: Casalini e Baggio non sbagliano per Zanè, Sgarbossa piazza tre attacchi consecutivi per Bassano firmando l’8-7 per i giallorossi che schierano dall’inizio Pontarollo per Bordignon. A metà parziale Niero apre il gioco per Vallortigara e Roman che si fanno sentire in attacco firmando il primo break del set in favore del Faizanè (10-13). I giallorossi non mollano restando in scia con Frighetto e Stragliotto e con un paio di azioni da applausi (14-15). La squadra di Soliman resiste al ritorno dei bassanesi trovando ancora una volta un mini break firmato da Baggio e da Vallortigara: sul 16-20 mister Chemello chiama tempo e al ritorno in campo il Bassano Volley ci riprova trovando la parità a quota 22 e dando vita a un finale di set da brividi. Roman in pipe firma il 22-24, Bordignon annulla (23-24), ma ancora una volta i bassanesi regalano il set con un errore in battuta per il 23-25.  
 
Grande spettacolo a inizio 3° set con il match sempre in grande equilibrio grazie a una serie di difese da applausi dei due liberi, Tosin e Manfron: le due formazioni procedono in parità a quota 8 punti, quando è un ace di Baggio a rompere l’equilibrio (8-10). Mister Chemello si affretta a chiamare tempo, ma al rientro Bassano finisce sotto di 5 lunghezze sul turno di battuta mortifero del solito Filippo Roman per il 10-15 su cui arriva il secondo time out bassanese. Il ragazzi di Zanè volano via 10-17 e intravedono il traguardo, mentre i giallorossi ci provano ancora dimostrando grande carattere. Capitan Frighetto tiene vive le speranze dei suoi (16-20), Stragliotto usa le mani del muro (17-20) e il set si riapre. Ma il Faizanè non vuole saperne di allungare il match: Vallortigara ristabilisce le distanze (19-23) e capitan Poletto mura per il 19-24. Poi un coraggiosissimo Bassano difende tutto contrattaccando sempre con Frighetto che annulla 3 match point (22-24) costringendo mister Soliman al time out. Al rientro lo stesso Frighetto tira in battuta, la palla finisce sul nastro e poi sul campo avversario ma fuori di un paio di centimetri.

E’ l’ultimo fotogramma di una sfida bellissima che si chiude con la festa dei ragazzi del Zanè e dei suoi tifosi, tutti rigorosamente in maglia verde con la scritta “Two is meglio che one”, un simpatico quanto profetico augurio alla propria squadra di portare a casa la seconda Coppa Veneto della storia dell’Olimpia Zanè. I giovani del Bassano Volley escono tra gli applausi dopo aver giocato una partita straordinaria, rendendo spettacolare ed equilibrata una partita che in molti avevano troppo frettolosamente considerato a senso unico. Ma alla fine la Coppa finisce meritatamente nelle mani della formazione sin qui più forte della stagione, il Faizanè, ovvero da oggi la squadra Campione del Veneto 2017-2018. Meritata festa personale per Filippo Roman che chiude la serata ritirando dalle mani del centrale della Kioene Alberto Polo il titolo di mvp della finale. 
 

« Torna all'archivio
Copyright FIPAV - Tutti i diritti riservati - veneto@federvolley.it - Telefono 049 8658381 - Web Design Newb.it - Privacy & Cookie