CRAI Hotel Galileo MikelArt + SPORT & VOLLEY KINDER + SPORT CTM Trasporti MIKASA GRAFICHE EDICTA Jesolo Beach Arena DUEFFE SPORT PowerSPORT

La pratica sportiva per uno stile di vita sano: al via il progetto "Sport di tutti",

lunedì 18 novembre 2019 - News Comitato Regionale
Ha ufficialmente preso il via il progetto "Sport di tutti" voluto e promosso da Sport e salute S.p.A. in collaborazione con gli Organismi Sportivi: l'obiettivo è promuovere, attraverso la pratica sportiva, stili di vita sani tra tutte le fasce della popolazione

E' stato varato ufficialmente "Sport di tutti" un programma di intervento, per un valore complessivo pari a 7 milioni di euro, rivolto a tutte le associazioni e società sportive dilettantistiche del territorio. "Sport di Tutti" è un modello d’intervento sportivo e sociale che mira ad abbattere le barriere economiche di accesso allo sport e declina concretamente il principio del diritto allo sport per tutti, fornendo un servizio alla comunità. L'obiettivo è di promuovere, attraverso la pratica sportiva, stili di vita sani tra tutte le fasce della popolazione al fine di migliorare le condizioni di salute e benessere degli individui.
 
In questa prima fase, l'intervento si rivolge alla fascia di età dai 5 ai 18 anni, con l'avvio dell’edizione dedicata ai giovani: un percorso sociale, sportivo e educativo che prevede attività sportiva pomeridiana gratuita per bambini e ragazzi che vivono in contesti sociali svantaggiati, attraverso la rete capillare di Associazioni e Società Sportive dilettantistiche, affiliate agli Organismi Sportivi, che operano sul territorio. L'individuazione delle Associazioni e Società Sportive da coinvolgere nel progetto avverrà mediante un Avviso Pubblico in cui saranno indicati i requisiti necessari per la candidatura delle stesse società.

Questo il progetto in sintesi
  • 2 ore a settimana di attività per la durata di 20 settimane;
  • programma di attività diversificato per fasce d’età;
  • dai 5 agli 8 anni: attività motoria di base;
  • dai 9 ai 14 anni: attività polivalente, pre-sportiva e attività sportiva;
  • dai 15 ai 18 anni: attività sportiva;
  • copertura assicurativa per infortuni a tutti i partecipanti;
  • presenza di un Operatore di sostegno al fianco del Tecnico sportivo, in caso di situazioni di disabilità;
  • servizio di navetta, nei casi di difficile raggiungimento degli impianti sportivi con mezzi pubblici, ed espressamente autorizzati dalle Strutture Territoriali;
  • fornitura di attrezzature sportive per le ASD/SSD partecipanti (con un minimo di 10 ragazzi).
Quali sono i requisiti per la candidatura delle ASD/SSD?
  • iscrizione al Registro CONI valida per l'anno in corso;
  • disponibilità di impianto dotato di attrezzature adeguate per svolgere l'attività sportiva;
  • esperienze di attività sportiva nel settore giovanile, registrata presso un organismo sportivo di affiliazione;
  • presenza di istruttori in possesso di laurea in Scienze Motorie o diploma ISEF, o di tecnici federali di 1° livello, in numero adeguato per garantire lo svolgimento dell'attività sportiva.
Le ASD/SSD riceveranno € 5 a partecipante alla settimana, fino a 20 settimane, a titolo di contributo per l'erogazione dell’attività sportiva di 2 ore a settimana per bambino o ragazzo e una fornitura di attrezzature sportive del valore di € 300 iva inclusa, adeguata alle attività sportive delle ASD/SSD e alle fasce di età dei bambini/ragazzi partecipanti. Le ASD/SSD interessate potranno presentare la candidatura dal 12 novembre fino alle ore 16 del 4 dicembre 2019 al seguente link: http://area.sportditutti.it. Gli ulteriori dettagli e gli step di candidatura sono consultabili sull’avviso pubblico e sul sito internet di progetto www.sportditutti.it
 
 
Per maggiori informazioni potete consultare le pagine sul sito federale agli indirizzi:
https://www.federvolley.it/news/al-il-progetto-sport-di-tutti
https://www.federvolley.it/sport-di-tutti

"Sono molto felice di questa iniziativa voluta da Sport e salute S.p.A. - ha dichiarato il presidente federale Pietro Bruno Cattaneo -. Si tratta di un progetto che si tramuta in un aiuto concreto all’attività di base; tematica molto cara alla Federazione Italiana Pallavolo. Ritengo sia doveroso per chi, come noi, governa lo sport nazionale, fare il massimo per lo sviluppo delle varie discipline fornendo, quando è possibile, anche un sostentamento economico, come in questo caso."

« Torna all'archivio
Copyright FIPAV - Tutti i diritti riservati - veneto@federvolley.it - Telefono 049 8658381 - Web Design Newb.it - Privacy & Cookie